Sogni

I sogni ti indicano la giusta via da seguire, non puoi certo sbagliare. Così come l alba nasce, cresce, ed il suo divenire si trasforma nel lento movimento che prende nome di tramonto, così la mia essenza più intima da risalto a quanto conti davvero: il viaggio verso questo continuo movimento dallalbaltramonto che è la vita stessa, l’essenza stessa della vita. Godersi il viaggio, passo passo, verso una qualsiasi o qualsivoglia direzione, osservandone gli istanti, i silenzi, i rumori, le emozioni che possono nascere, esserne spettatori consapevoli con l’atteggiamento del lento fluire.

Serenità

Le bricioline mi stanno portando verso una direzione ben precisa… Le sto seguendo giorno dopo giorno. Sto seguendo quelli che sono i miei sogni, le mie speranze, le mie senzazioni!! Mi sto facendo cullare dai sogni e mi sto crogiolando nella bellissima sensazione di benessere e serenità che questo mi lascia. Sto allargando le mie vedute, mi sto facendo trascinare dalle mie fantasie e sto avvicinandomi passo passo al mio essere più intimo. Sto scrollandomi di dosso molti preconcetti e sto crescendo lasciandoli andare! Piano piano la serenità ed il benessere emozionale mi stanno avvolgendo! Sono contenta di ciò che sto diventando, sono contenta di come mi sento! Ne ho molta di strada da fare, ma credo di essere sulla via giusta! Grazie.

L’equilibrio

Com’è difficile mettersi a nudo difronte a sé stessi, accettarsi per ciò che si è, riconoscere le proprie debolezza ed i propri punti di forza. Guardarsi dentro e spogliarsi di ogni cosa futile, inutile al prosecuo del cambiamento, riconoscere ciò che è bene per se stesso e ciò che può essere lasciato andare perché nocivo. Riuscire a mantenere un atteggiamento distaccato, come se guardassi la tua vita da spettatore e non da protagonista ed avere un punto di vista neutrale. Com’è difficile cominciare a farlo, com’è difficile decidere di cambiare… Lo devi volere profondamente… Devi metterti in discussione ogni giorno, devi mettere in discussione tutto e tutti e ripartire alla ricerca dell’equilibrio! Lo devi a te stesso! Lo devi alla persona migliore che decidi di diventare!

Il cambiamento!

Così cominciai a pensare a come mi sentissi dopo aver fatto qualcosa per me stessa e mi resi conto di come percepissi il mio stato d animo in quel preciso momento. A quel punto mi concentrai su cosa rendesse così sereno il mio essere. Avevo necessità di rendere quella luce interiore esteriore, avevo necessità di cambiamento, avevo necessità di stare bene con me stessa per me stessa e per chi mi circondasse! Decisi di lasciar spazio al mio sentire ed alle mie necessità. Presi coscienza di cosa mi rendesse così serena e volsi lo sguardo in quella direzione… Non fu un atteggiamento egoistico, l egoismo è ben altro, fu un prendere consapevolezza di sé stessi e cominciare a volersi bene!

L’importanza del suono

… mi condusse nell’unica direzione possibile, quella della realizzazione personale! Capii ascoltando il suono ed il suo percorso in che direzione volgere lo sguardo, capii quanto la quiete della mente, raggiunta chiudendo semplicemente gli occhi ed ascoltando il suono del respiro, ti possa indicare la giusta via. La via verso me stessa e verso la serenità…

Così riaprii faticosamente gli occhi, lasciai che le forme occupassero lo spazio sino ad ora avvolto dal suono, lasciai che i pensieri corressero nuovamente rapidi e senza senso, ma tutto mi apparve così limpido e così semplice! La risposta era davanti ai miei occhi, è bastato aprirli dopo un momento di oscurità mirata e come un fulmine lambisce l’istante, così mi ha aperto la mente e mi ha messa davanti ad ogni cosa! Fu tutto più chiaro! Avrei agito solamente secondo il mio sentire, avrei agito solamente per il mio bene! Esclusivamente per il mio bene!

… come tutto ebbe inizio!

Me ne stavo seduta sul divano a crogiolarmi nei mie pensieri nell’attesa che la stanchezza abbandonasse il mio corpo. Chiusi gli occhi! Cominciai a lasciar correre i pensieri senza dar loro alcun peso. Li lascia liberi di volteggiarmi attorno come farfalle, leggiadri, silenziosi, voluttuosi e così leggeri…come se non avessero alcuna importanza, come se l’unico loro scopo fosse quello di ripulirmi la mente e ripartire! Finché uno di loro mi scelse, si posò vicino al mio orecchio, cominciò a chiamarmi, uno, due, tre, quattro volte, cominciò a ronzarmi nelle orecchie finché non divenne un piacevole suono, una vibrazione confortante. Mi feci trasportare da questa vibrazione, cominciai a seguirla, cominciai ad ascoltarla e cominciai a sentire le emozioni che questa mi stava trasmettendo. Cominciai a sentirne il calore, percepii serenità tutto attorno a me e fui avvolta da una sensazione di quiete profonda. Poi, riportai l’attenzione sulla vibrazione, sul suono, sul ronzio, sul pensiero che così intensamente mi aveva catturata e lo riconobbi…riconobbi me stessa in quel pensiero. Riconobbi ogni singola parte di me. Riconobbi me stessa! Riuscii a guardarmi dentro con nitidezza e cominciai a sentirmi attratta da tutta quella serenità interiore che stavo vivendo, così all’improvviso!! Decisi di lasciarmi guidare da quella luce e da quella inspiegabile ispirazione; il mio intuito mi spingeva a capire dove mi avrebbe condotta…

L’ispirazione!

Così come l’aurora boreale, l’ispirazione è quel preciso momento della vita in cui tutto attorno a te diventa chiaro, luminoso, autentico e ben definito. Un attimo della tua esistenza che, se colto, assumerà un ruolo radicale nel tuo essere. Una luce intensa che saprà schiarire i momenti più bui. Ecco il punto di partenza di questo blog. Un blog che vorrà dar voce alle emozioni piu nascoste e che vedrà come unico filo conduttore la nascita di nuove esperienze, accoglierle, assecondarle, svilupparle, lasciarle andare e farne posto ad altre. Come il ciclo della vita.