20 luglio 2022

Oggi ho concluso un lungo capitolo della mia vita durato quasi 20 anni. Ho salutato i miei colleghi ed i miei datori di lavoro con il sorriso sulle labbra ed il cuore pieno di gratitudine. I mesi che hanno preceduto questo giorno, sono stati intensi, faticosi, colmi di paure e speranze, di notti insonni e di sogni ad occhi aperti. Sono stati mesi psicologicamente e moralmente complessi. Ma li ho vissuti tutti in toto, nel bene e nel male e credo di poterli descrivere e ricordare nel dettaglio.

Ho deciso mesi fa di voler un cambiamento. L ho deciso per me stessa, esclusivamente per me stessa. Ho agito solo per il mio benessere ed ora posso dire che la direzione intrapresa mostra una linea netta e ben marcata.

Non so cosa mi riserverà il futuro, nessuno può saperlo, ma la consapevolezza di aver agito e scelto per me stessa, mi rende orgogliosa e grata di questa opportunità.

Un cambiamento spaventa, sempre, perché tocca terreni inesplorati, ti fa uscire dalla tua confort zone e ti mette a nudo. Ma se riesci a saltare oltre la paura cominci a vivere.

Grazie, grazie a tutti coloro che hanno creduto in me sino a questo punto e grazie a chi ha iniziato ora. Mi sento molto fortunata 🍀

Tutto è vita 🌱

Sono diventata osservatrice della mia esistenza, ammiro giorno dopo giorno le costanti evoluzioni e sorrido serena al nuovo che dovrò affrontare

Non concedo alle rigidità imposte dal mondo di scalfire il mio intimo più profondo, trovato con tanto impegno.

Faccio tesoro di ogni singolo momento cercando di volgere lo sguardo al cambiamento in senso positivo.

Assorbo come una spugna le vibrazioni che provengono dal mio interno e da fonti esterne. Raccolgo i segnali sparsi lungo il mio cammino e mi convinco semore più del fatto che nulla appare per caso, tutto fa vita 🌱

Un nuovo inizio! 🙏

I cambiamenti spaventano, i cambiamenti se accolti ed osservati con occhio critico possono mostrare lati di te stessa inesplorati donando piacevoli scoperte.

Puoi comprendere quanto tu abbia bisogno di questo per il semplice motivo di averne paura anche al solo pensiero.

Lasciati trasportare dal fluire delle tue decisioni ed accogli i cambiamenti con serenità e spirito di evoluzione.

Sii il fiume che scorre, non opporti alla corrente, lasciarti guidare dalla sua velocità e sfrutta la sua potenza.

Il resto verrà da sé… Non puoi pensare di avere tutto sotto controllo, no sarebbe da pazzi…non sarebbe vita 🌱

Ikigai💖

Più mi fermo e più prendo tempo per me stessa e più mi rendo conto di quanto questo mi faccia star bene. Di quanto non voglia tornare e non mi faccia piacere tornare alla solita routine. Fermarsi, non fare nulla, stare immobili e lasciarsi trasportare dalle proprie emozioni. Questo è ciò che vorrei fare… Questo è ciò che renderebbe la mia vita grata di essere vissuta. Comprendermi in pieno lasciare una scia di speranza e di emozioni concrete…

14 maggio 2022 Diario di viaggio – Mondavio 🏰

“Il silenzio ti accompagna lungo i viottoli del borgo gridando bellezza”

È la rocca il monumento che fa di Mondavio un luogo fuori dal tempo, fermo al Rinascimento. Entrati nel borgo, ci si sente protetti dalle mura di mattone rosso, all’ombra dei campanili di San Francesco e della Collegiata.

14/05/2022 Diario di viaggio – Corinaldo 🧱

“E ti vidi là sul colle, bella, imponente e forte”

Corinaldo, città d’arte e di fede. È un centro medievale circondato da una intatta cerchia muraria del XV secolo che circonda un anello più piccolo che è del 1367, all’interno del quale c’è l’anello del Pozzo della Polenta. Il Pozzo è detto della Polenta perché, secondo una leggenda, un contadino che risaliva la via con un sacco di farina sulle spalle posò sul ciglio del pozzo il pesante carico che, finitoci dentro, si fece polenta. Il suo cuore è una spettacolare scalinata di cento gradini, chiamata la Piaggia, dove convergono le case in mattoni rossi disposte a spina di pesce. L’abitato comprende numerosi palazzi gentilizi e chiese sorte tra il XVII ed il XVIII secolo. Il borgo è noto per essere la città natale di Maria Goretti, martizzata a soli 12 anni nel 1902 e canonizzata nel 1950. Nel centro storico è possibile visitare il santuario a lei dedicato.

Vivi per te stesso!🤗

A volte il peso della routine e della quotidianità ti schiacciano a tal punto da annullarti. Tutto scorre così velocemente che sembra che la vita ti sfugga. Sembra che le tue esigenze e necessità passino in secondo piano per dar ascolto alle necessità ed esigenze altri. Non deve essere così! Alzati, alza la testa e guardati attorno quando questo accade! Tu sei l’artefice della tua serenità, solo tu. Non incolpare gli eventi, non attribuire responsabilità ad altri…sii onesto con te stesso, non nasconderti, solo così potrai ripartire!!

Osservatore

Essere o diventare osservatori del lento fluire delle cose, non lasciarsi trascinare da esse, saperle guardare da lontano, non giudicarle indipendentemente da come ti si palesano davanti, accettarle e comprenderle come parte della tua esistenza ti creerà nel tempo una profonda quiete interiore ed una consapevolezza che tu non sei la tua mente.

Sembrano concetti banali ma fondamentali per la propria crescita personale.

Fermati, chiudi gli occhi, ascolta il tuo respiro! Lascia fluire i pensieri, non addentrarti in loro. Lasciali scorrere! Comincia a chiederti cosa di quei pensieri ti rende felice. Distingui i sentimenti, appropriati delle sole emozioni positive ed allontana quelle negative. Comincia a volerti bene!

Luce

Sto leggendo un libro che mi sta facendo riflettere molto sul percorso intrapreso al mio interno e che mi sta dando delle linee guida circa il proseguo. Un capitolo del libro inizia con la domanda: “come immagini il tuo centro?” Appena letta la domanda, il mio pensiero ha idealizzato la sensazione e l immagine che ho percepito nel preciso istante in cui mi è stato chiesto cosa rappresentasse per me la felicità. Un lampo di luce ha illuminato il mio percorso… Per me la felicità è rappresentata dalla sensazione di libertà e spensieratezza che si prova quando ci si trova in un qualsiasi luogo nuovo o conosciuto che sia, ma che si osserva con gli occhi di un viaggiatore ❤️ Questa è la direzione che ho deciso di seguire…

Un viaggiatore, in ogni suo percorso, mai uno simile all’altro, riesce a scovare ed osservare le cose da diverse angolazioni, riesce a stupire ed a stupirsi continuamente, senza che nulla possa risultare banale od obsoleto.